Fecondazione Assistita

Archivio di: April 2013

 

Il legislatore cieco. I paradossi della legge 40

Domenica 28 Aprile alle 17.30 presso la Lavanderia Ricircolo di Cervelli, via Cavalieri 16 a Rimini verrà presentato un interessante libro di Filomena Gallo sulla Legge 40 del 2004 sulla riproduzione medicalmente assistita: “Il legislatore cieco. I paradossi della legge 40 sulla fecondazione assistita”. (link)

Saranno presenti l’autrice, Filomena Gallo, segretario dell’Associazione Luca Coscioni, e il dott. Carlo Bulletti, medico esperto in medicina della riproduzione.

Il libro vuole raccontare le storie di molte persone in Italia che non si sono piegate a una Legge ingiusta come la Legge 40 del 2004, che l’hanno combattuta in Tribunale, cambiandola pezzo per pezzo.

“Con questo libro abbiamo voluto fare il punto su una legge che ormai, a colpi di sentenze da parte di tribunali italiani e stranieri, non esiste quasi più”.

 

Contro il divieto di Fecondazione Eterologa

Fino a quando reggerà in Italia il divieto di Fecondazione Eterologa? Di sicuro, un nuovo attacco è stato mosso contro la Legge 40 del 2004, questa volta ad opera del Tribunale di Firenze, secondo cui il divieto lederebbe il principio di uguaglianza. Leggi anche un commento dell’avvocato Gianni Baldini.

 

Fecondazione Eterologa e Tribunale di Milano

Con l’ordinanza del 29 marzo 2013, il Tribunale di Milano, in seguito alla richiesta di Fecondazione Eterologa di una coppia affetta da sterilità a causa di un problema di azoospermia di lui, ha ritenuto che la proibizione della Fecondazione Eterologa contrasti con alcuni principi costituzionali, tra i quali il divieto di non discriminazione sancito dall’art. 3 della Carta Costituzionale, e violi inoltre gli artt. 2, 29 e 31 della stessa Costituzione. Negare la fecondazione eterologa in un caso come quello della coppia milanese, in effetti, vorrebbe dire impedire alla coppia di poter liberamente concorrere alla realizzazione della propria vita familiare, e al tempo stesso creare una ingiusta distinzione tra coppie con gli stessi limiti di procreazione, ma colpite da patologie diverse. Ecco un commento.

 

Mantova: quasi 1000 nati in provetta

Il Centro di Medicina della Riproduzione ed Endicronologia dell’Ospedale Carlo Poma di Mantova veleggia verso i mille bimbi nati in provetta: 1.300 nati grazie a varie tecniche di fecondazione assistita, 940 dei quali in provetta (FIVET). Il Carlo Poma è una struttura di eccellenza, e accoglie coppie lombarde (52%), venete (30%) e del resto d’Italia. Il primo bimbo 13 anni fa, e in perfetta salute. Leggi tutto.

 

Addio a Sir Robert Edwards

Il Professor Sir Robert Edwards, co-pioniere della fecondazione in vitro, si è spento nella notte del 10 aprile 2013. Nato a Manchester, in Inghilterra, si era laureato in biologia nel Galles, aveva ottenuto il dottorato in embriologia all’Università di Edimburgo, in Scozia, e aveva iniziato le sue ricerche al National Institute for Medical Research di Londra. Fu premiato con il Premio Nobel per i suoi studi pionieristici sulla fecondazione assistita, iniziati a partire dagli anni cinquanta con il ginecologo Patrick Steptoe, e culminate, nel 1978, con la nascita delle prima “bimba in provetta”, Luise Brown, oggi 35enne madre di Camerun, 4 anni, concepito naturalmente. A oggi, più di 4 milioni di bambini sono nati in tutto il mondo grazie a variazioni delle tecniche messe a punto da Edwards e Steptoe.

 

Fecondazione Eterologa anche in Italia?

Filomena Gallo, avvocato che difende i diritti delle coppie ad avere un figlio, è convinta che entro la fine dell’anno cadrà un altro pezzo della famigerata Legge 40 del 2004, il divieto di fecondazione eterologa. Mentre è un attesa di un’ordinanza del Tribunale di Bologna sulla fecondazione eterologa, i giudici di Milano hanno sollevato di nuovo la questione di incostituzionalità di tale divieto.

Secondo Filomena Gallo, le cose si stanno muovendo, ma la battaglia da fare è lunga, ed è una battaglia culturale e contro la mancanza di conoscenza:

“Chi si batte contro l’eterologa usa immagini forti e non veritiere, parla di commercio di ovociti e così fa breccia nell’immaginario di tutti. Ma il commercio di ovociti è vietato dall’Europa. Si deve parlare di donazione.”

Che cosa la fa arrabbiare di più, della legge 40? “La grande contraddizione interna. Prevede che alle tecniche possano accedere coppie infertili o sterili. Ma per le sterili, che non hanno gameti, l’unica strada è l’eterologa. Che è vietata”.

 

“Le Difettose” a Barletta

Il 5 aprile a Barletta presso il Punto Einaudi verrà presentato “Le Difettose”, romanzo autobiografico dell’attrice e autrice Eleonora Mazzoni. Vergogna, rabbia, depressione. L’impossibilità di soddisfare il desiderio più naturale, quello di avere un figlio, e come ci si sente dopo vari tentativi di procreazione medicalmente assistita andati a vuoto. L’incontro è organizzato dalla sezione locale del movimento “Se non ora quando?” e sarà moderato da Flora Gadaleta e Francesca Langiano, della sezione locale del movimento. Interverrà anche la psicologa Rossella Lisanti.

 

La Fecondazione Assistita raccontata da lui

Sono tre anni che giriamo l’Italia in cerca di una speranza. Inizia così il racconto di quel calvario che purtroppo spesso è la fecondazione assistita per le donne, ma vista dagli occhi di un uomo. L’arrivo in clinica, il solito protocollo, le solite procedure, le solite firme e dopo un po’ le solite facce e i soliti dottori. Gli occhi di quelli che ti guardano che dicono più di mille parole. E tu fiducioso e che pensi che quella è la volta buona. Veramente un bel racconto: leggilo tutto!