Fecondazione Assistita

Archivio di: June 2008

 

1 coppia italiana su 5

Una coppia italiana su cinque ha problemi di fertilità. ecco una ricerca.

Nel 40% dei casi, il problema è riconducibile a patologie maschili, eppure quando una coppia ha problemi di infertilità si rivolge in prima battuta al ginecologo. Le patologie maschili potrebbero in gran parte essere prevenute con la trasmissione di alcune semplici nozioni comportamentali per evitare l’insorgere di problemi alla fertilità in età adulta: il ruolo dell’andrologo è molto importante.

Si stima che il 33% circa delle coppie italiane si trasferisce all’estero alla ricerca di una soluzione che potrebbe essere legalmente ricercata in Italia, grazie alla presenza di centri di eccellenza, sia nel settore pubblico che in quello privato – spiega il Dott. Rocco Rago, Responsabile UOS di Andrologia e Fisiopatologia della Riproduzione, Ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

 

Fecondazione Assistita a Cantù

Ha preso il via l’attività del Centro di Procreazione Assistita all’Ospedale Sant’Antonio Abate di Cantù, la prima struttura pubblica della zona dove viene praticata la Fecondazione Assistita. L’équipe è coordinata dal dottor Marco Bianchi e dal dottor Diego Riva. Essendo una struttura pubblica, i costi da sostenere sono solo quelli dei farmaci non previsti dal sistema sanitario nazionale; i trattamenti, compresa la fecondazione in vitro degli ovociti (FIVET) e l’iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo (ICSI), sono invece coperti. Relativamente breve la lista di attesa.

 

Fecondazione: agire sull’infertilità maschile

I problemi di infertilità sono riconducibili nel 40% dei casi ad un fattore
maschile. Una nuova tecnica messa a punto in Italia dà speranza per il futuro.

 

Coppie infertili: i problemi del papà

In almeno un caso su tre, i problemi di infertilità della coppia dipendono da lui. Ecco un articolo interessante su cause dell’infertilità maschile e possibili terapie.

 

Fecondazione Assistita all’estero

Ecco come è regolamentata la materia della fecondazione assistita in Francia, Spagna, Germania, Gran Bretagna, Austria, Svezia e Stati Uniti.

 

In Ticino alla ricerca di un figlio

Sono ben 400 all’anno le coppie comasche che si rivolgono al centro di fertilità della Svizzera italiana “Procrea” di Lugano per una gravidanza sperata.

Così ci racconta un’inchiesta condotta dal Corriere di Como: i “pendolari” della fecondazione assistita vanno alla ricerca di tecniche sempre più innovative, anche perchè oltreconfine i vincoli sono meno rigidi rispetto alla Legge del 2004 in vigore in Italia: i tassi di successo sono simili a quelli italiani, ma in Ticino le donne possono anche ricorrere ad un donatore esterno alla coppia e non si sono limiti al numero di ovuli che possono essere fecondati.

 

Fecondazione Assistita in Andalusia

Ogni donna, indipendentemente da stato civile o orientamento sessuale, potrà chiedere trattamenti di fecondazione assistita. Succede in Andalusia, in Spagna, dove la Junta regionale si è anche impegnata inoltre a ridurre i tempi di attesa, attualmente in media di tre anni, ad un massimo di sei mesi.