Fecondazione Assistita

Ovodonazione

L’ovodonazione è una tecnica di fecondazione assistita di tipo eterologo che prevede la donazione di ovociti, cioè delle cellule riproduttive della donna, da una donna perfettamente sana ad una donna che abbia dei problemi legati all’ovulazione.

L’ovodonazione è indicata in tre casi:

– nel caso di ripetuti insuccessi di fecondazione assistita condotta con gli ovociti della paziente, sia nei casi di insuccesso totale, ovvero quando non si riesce proprio a formare un embrione, sia nei casi in cui non si riesce a formare un embrione sano, ad esempio con donne che rischiano di trasmettere malattie ereditarie ai propri figli. Per capire se l’embrione è sano, un esame utile è la diagnosi pre-impianto, consigliata a donne con una storia di malattie genetiche ereditarie.

– nel caso in cui gli esami clinici sulla paziente dimostrino che non riesce a far maturare e rilasciare (“produrre”, si dice spesso) ovociti o che ne “produce” in scarsa quantità o qualità, rendendo praticamente nulla la possibilità di concepire un figlio. In questo caso, una possibile alternativa è di tentare il prelievo del tessuto ovarico e poi provare ad indurre in vitro la maturazione degli ovociti della paziente, da fecondare successivamente attraverso FIVET o ICSI.

– nel caso di donne che hanno raggiunto la menopausa per cause legate all’età o ad altri fattori. Ovviamente in questo caso si deve anche effettuare uno specifico trattamento ormonale per ristabilire fittiziamente il ciclo e preparare l’endometrio all’impianto dell’embrione.