Fecondazione Assistita

Fecondazione Eterologa

Si parla di fecondazione eterologa quando, a causa di problemi di sterilità non curabili, una coppia fa (o vorrebbe fare, visto che in Italia è vietata) ricorso al seme (donazione del seme) o all’ovulo (ovodonazione) di una parte terza esterna alla coppia, un donatore o una donatrice.

La donazione del seme è utile nel caso di malattie che possono essere geneticamente trasmesse dal padre o nei casi di bassa presenza di spermatozoi nel liquido seminale, ed è l’unica possibile soluzione in ogni caso di sterilità maschile irrecuperabile, in tutti quei casi in cui anche le tecniche MESA, TESA e TESE non possono fare nulla.

L’ovodonazione è utile nel caso di malattie che possono essere geneticamente trasmesse dalla madre e in tutti i casi in cui la donna non riesca a produrre ovociti in quantità o qualità sufficiente e non riesca quindi a formare un embrione, ed è l’unica soluzione possibile quando la donna ha raggiunto la menopausa, per questioni di età o di altro tipo.

Nonostante questo, la Legge 40 del 2004 vieta la fecondazione eterologa in Italia.