Fecondazione Assistita

Induzione alla migrazione procreativa

Non è un nuovo reato, ma una situazione peculiare sicuramente sì. Secondo l’Associazione Hera Onlus per la ricerca, la prevenzione e la cura dell’infertilità, solo 3 mila delle 5 mila coppie che hanno bisogno di procedure di fecondazione assistita in Sicilia vengono curate nell’isola. Le altre 2 mila coppie vengono indirizzate verso i centri medici dell’Italia centrale e settentrionale, dove accedono gratuitamente alle cure, i cui costi vengono rimborsati dalla sanità siciliana.

In Sicilia è previsto infatti che i pazienti curati in loco debbano sostenerne personalmente e interamente il costo, mentre per chi “emigra” la prestazione viene rimborsata dalla Regione Siciliana. Una stortura che costa circa 4 milioni di Euro all’anno alla Regione Siciliana, che impiega notevoli risorse per pagare a cliniche del Centro e Nord Italia quella stessa assistenza sanitaria che invece nega a chi vuole essere curato e aiutato in Sicilia. L’Associazione Hera Onlus sta valutando la possibilità di presentare un ricorso di medici e pazienti siciliani al Tar di Palermo.

Sorry, the comment form is closed at this time.