Fecondazione Assistita

Fecondazione Assistita: 20 anni di ICSI

La ICSI, inseminazione intra citoplasmatica dello spermatozoo, compie 20 anni. Se infatti è del 1978 la prima bambina nata con la FIVET, Louise, i primi bambini nati con la ICSI sono del 1992: in 20 anni, si stima che almeno 2 milioni di bambini siano grazie a questa tecnica in tutto il mondo. L’ICSI ha rivoluzionato l’approccio alla sterilità, in particolare, quella maschile. Tecnicamente possiamo dire che la ICSI non è altro se non una FIVET “manuale”: il seme maschile viene infatti introdotto nell’ovocita con degli speciali aghi, in modo da permettere allo spermatozoo di superare la membrana dell’ovocita e di fecondarlo.

In Italia la ICSI è diventata la tecnica di fecondazione assistita di secondo livello più utilizzata, con un numero di interventi 5 volte superiore a quelli della “classica” FIVET. In alcuni casi, come ad esempio quando vi è assenza di spermatozoi nell’eiaculazione (azoospermia) è necessario ricorrere ad altre tecniche quali MESA, TESA e TESE. Ricordiamo infine che l’inseminazione intra citoplasmatica è la tecnica che si usa quando vi è stata una crioconservazione degli ovociti.

Sorry, the comment form is closed at this time.