Fecondazione Assistita

Diagnosi degli embrioni per coppie fertili

Il giudice del Tribunale di Salerno Antonio Scarpa ha deciso di autorizzare una coppia fertile ma portatrice di una grave malattia ereditaria ad effettuare la diagnosi genetica preimpianto, andando di fatto contro le (assurde) disposizioni della Legge 40 del 2004.

La coppia, entrambi portatori sani dell’Atrofia Muscolare Spinale di tipo 1 (SMA1), che costituisce la più diffusa causa genetica di morte nei bambini nel primo anno di vita, prima di ricorrere alla Giustizia per vedere riconosciuto il loro diritto alla diagnosi preimpianto, prevista solo nei casi di sterilità e infertilità, aveva già perso ben 4 figli.

Il giudice ha motivato la sua sentenza dicendo che l’unico modo di scongiurare il rischio concreto di generare figli affetti da gravi malattie geneticamente trasmissibili era un trattamento solitamente usato durante la procreazione medicalmente assistita, nello specifico caso la diagnosi preimpianto degli embrioni.

Il sottosegretario alla Salute Eugenio Roccella ha “ovviamente” parlato di eugenetica e addirittura di “massacro degli embrioni, per poter selezionarne solo uno”. No comment.

Sorry, the comment form is closed at this time.